Tiroide e malattie cardiovascolari

Tiroide e malattie cardiovascolari


27/07/2018

Condividi:

La tiroide è una ghiandola importantissima che regola molte funzioni, tra le quali anche la salute del nostro cuore. Sia l'ipertiroidismo che l'ipotiroidismo influenzano in maniera rilevante alcune patologie cardiovascolari.   


Ipotiroidismo e cuore

Quando la funzione normale della ghiandola tiroidea è alterata si verifica una condizione clinica chiamata ipotiroidismo che porta a una bassa produzione dell'ormone tiroideo. Questa patologia può causare una frequenza cardiaca lenta, un aumento del colesterolo, un aumento del liquido intorno al cuore e l’insufficienza cardiaca (una condizione in cui il cuore è incapace di fornire il giusto apporto di sangue al corpo). Uno stato preclinico dell'ipotiroidismo, chiamato ipotiroidismo subclinico, può causare alcuni cambiamenti nella concentrazione dei grassi nel sangue e nella funzione dei vasi sanguigni che possono portare ad una patologia chiamata aterosclerosi, caratterizzata da un alto rischio di restringimento delle arterie. L'aterosclerosi è una malattia in cui l'interno di un'arteria si restringe a causa dell'accumulo di placca. Se l’aterosclerosi è grave, può provocare malattia coronarica, ictus, malattia delle arterie periferiche o problemi ai reni, a seconda di quali siano le arterie colpite.  


Ipertiroidismo e cuore

Quando viene prodotto troppo ormone tiroideo, la tiroide è iperattiva (ipertiroidismo). Ciò causa un battito cardiaco più veloce noto come fibrillazione atriale, che si presenta con palpitazioni o battito cardiaco irregolare. La fibrillazione atriale è il rischio cardiaco più comune e pericoloso associato ai disturbi della tiroide. Nella fibrillazione atriale, gli atri, che sono le valvole del cuore, vibrano invece di pompare sangue costantemente. Questo fenomeno può portare alla formazione di coaguli di sangue. Se un coagulo di sangue viaggia verso il cervello, può causare un ictus. Il battito cardiaco accelerato e gli atrii tremanti possono, infine, causare l'insufficienza cardiaca.  


Tiroide e malattie cardiovascolari: come prevenire i disturbi cardiovascolari?

La buona notizia è che le complicazioni cardiovascolari insorgono soprattutto nei pazienti che non prendono i farmaci per curare la disfunzione tiroidea in maniera regolare o che interrompono la terapia per lunghi periodi. Dunque, per prevenire malattie del cuore è importante curare la propria tiroide costantemente e seguire i consigli medici.


Bibliografia:

  • Martin SS, Daya N, Lutsey PL, et al. Thyroid Function, Cardiovascular Risk Factors, and Incident Atherosclerotic Cardiovascular Disease: The Atherosclerosis Risk in Communities (ARIC) Study, J Clin Endocrinol Metab. 2017;102(9):3306-3315. 
  • Ichiki T. Thyroid hormone and atherosclerosis, Vascul Pharmacol. 2010;52(3-4):151-6.  


paziente, caregiver, maschio, femmina, ipotiroideo, ipertiroideo, non in gravidanza, 25-34, 35-44, 45-54, 55-64, 65+