Disturbi tiroidei: Falsi miti

Disturbi tiroidei: Falsi miti


21/12/2018

Condividi:

I pazienti in cura per problemi tiroidei devono usare particolari precauzioni in caso di assunzione di altri farmaci.

Falso

I pazienti in cura con L-tiroxina possono assumere qualunque altro farmaco senza alcun problema. I pazienti in cura con gli anti-tiroidei analogamente non presentano particolari problemi, anche se in alcuni individui gli anti-tiroidei di per sé possono manifestare tossicità, che in alcuni casi deve essere tenuta in considerazione.

La scintigrafia è sempre indicato come esame diagnostico

Falso

In passato la scintigrafia tiroidea ha costituito uno degli esami diagnostici fondamentali. Attualmente però ha indicazione assoluta solo in poche circostanze, quali la presenza di ipertiroidismo e nodulo singolo per distinguere un nodulo iperfunzionante (caldo) in una tiroide normale da un nodulo non funzionante (freddo) in un ipertiroidismo autoimmune (morbo di Basedow).

Le malattie della tiroide non si possono prevenire 

Falso
Questi disturbi possono essere prevenuti tramite il giusto apporto nutrizionale di due micronutrienti, lo iodio e il selenio, essenziali per il corretto funzionamento della tiroide. Lo iodio è il costituente principale degli ormoni tiroidei e il selenio, oltre a proteggere le cellule del nostro corpo dall’invecchiamento dovuto al danno ossidativo, è uno dei componenti principali del sistema enzimatico che regola l’attività degli ormoni tiroidei.  

La profilassi con sale iodato è un processo complesso

Falso
La profilassi con sale iodato rappresenta un metodo semplice ed efficace di prevenzione di diverse patologie a carico della tiroide; dovrebbe essere iniziata prima possibile in età infantile, e a maggior ragione nelle condizioni di aumentato fabbisogno di iodio (gravidanza e allattamento). Per questo il programma di legge in tema di “iodoprofi lassi” (Legge n. 55/2005) ha introdotto l’impiego del sale iodato al posto del comune sale da cucina al fine di raggiungere la dose giornaliera raccomandata.

I figli di pazienti con malattie tiroidee presentano sempre particolari problemi.


Falso
Le malattie tiroidee se ben curate non causano problemi. D’altro canto i disturbi congeniti di funzione tiroidea sono individuati con lo screening neonatale, che viene ormai svolto di routine. 


paziente, caregiver, maschio, femmina